COLPI DI TESTA
Donne sull’orlo di una crisi di capelli è l’ultima hair attitude che da Ponente a Occidente colpisce al risveglio.
Chiedimi se sono felice?! Ma neanche lo yoga fa miracoli, e la posizione del guerriero non sconfigge i colpi di testa della notte passata.
Si rimane in religioso silenzio davanti allo specchio ma basta un’illuminazione beauty a fare la differenza, e se di pazienza per diventare sante non ne abbiamo, di ambizione per avere una bella piega, moltissima!

MANUALE SALVA PIEGA
Ma prima di spazzola e phon occhio agli ultimi dati di crescita su una testa che ne ha viste di ‘tutti i colori’; fragili e opachi appaiono più vecchi di Mbah Goto che di anni ne ha 145 ed anche i capelli, sono ancora lì, tutti al suo posto.
L’errore più comune è credere che l’aging si esprima solo con l’ingrigimento quando invece può manifestarsi in ogni stagione con inestetismi quali assottigliamento e caduta.

Ma le soluzioni non mancano: cure ad hoc con prodotti che funzionano veramente e salva look come lo shampoo secco per una testa tra le nuvole, ma non dimentichiamo la dieta, per una volta che non sono le calorie ad ossessionarci! Centrifugati ai frutti rossi antiossidanti e tè greenery, pantone dell’anno, per far rinascere chiome di tendenza. A detta di mano, basta una carezza per riconosce l’amore vero: corposo, soffice ed extra-luminoso. Via libera allora ad amminoacidi, vitamine e ferro; cartellino rosse, invece, per le intolleranze alimentari, i cibi iper-sensibilizzanti e in particolare il glutine sembrano favorire l’alopecia. Parola di scienza.

AD OGNUNO IL SUO STYLING
La notizia è che non esiste un capello uguale ad un altro, come in amore del resto, non c’è storia che si replichi ma la moda insegna che taglio e colore possono fare la differenza. Nessun diktat e massima libertà nella scelta: onde, boccoli o fili setosi; l’importante è che siano curati e l’effetto finale sia da sballo! Ad ognuno il suo styling, quindi, ma il punto è: come li vogliamo? Sembra facile…
Ricci effetto salino che ricordi il mare e il vento, lisci in un disciplinato carré grafico, mossi naturali in stile gipsy o con un ciuffo a plomp come accessorio fashion. E se fossimo ancore confuse, tutte in coda per un outfit che sorprende. Basta una cotonatura e un nastro prezioso unito all’arte dell’intreccio per non essere mai banale.

HAIR: MUST BE LOVE
Banale pareva anche la mostra LOVE a Roma che inaspettatamente ha fatto impazzire 83 mila persone, pareti intere del museo del Chiostro del Bramante ricoperte di frasi d’amore.
L’amore è arte ormai, ma il prossimo anno aspettiamoci un vernissage intitolato Love My Hair quello ritrovato per i nostri capelli.

ISTRUZIONI PRATICHE PER L’USO
Per sopravvivere a questa hair revolution i nostri consigli in formato pdf su tinture, shampoo e trattamenti mettono fine a dubbi e falsi miti ma soprattutto ti permettono di capire qual è il tuo tipo!
E non è cosa da poco…

Scarica e scopri i nostri formulari Hair project!

 
Devi essere connesso per inviare un commento.
Menu