A quanti chiedevano come mai dipingesse soltanto monocromi blu, Klein rispondeva con un antico racconto persiano: ‘’Un giorno un flautista prese a suonare una nota unica, continua, ininterrotta. Dopo avere così fatto per 20 anni, sua moglie gli fece notare che gli altri flautisti producevano diversi suoni, persino melodie. Ma il flautista replicò che non era colpa sua se egli aveva trovato la nota che tutti gli altri stavano ancora cercando’’.

Essere artista per Klein ha significato vivere in sintonia con la tinta perfetta: un blu che non perdesse la sua luminosità unito al legante, che unificasse cielo e terra e si dissolvesse all’orizzonte. Perché a volte basta solo una ‘cosa’ per dare un senso… Se per Klein il blu ha rappresentato la sua rivelazione e il suo all-in-one, in termini beauty, per Asahi Kasei il Pellicer è l’essenza a cui l’azienda giapponese crede da sempre e investe da anni.  È la materia prima che come il famoso blu fa da sé: per capelli, viso e corpo.

Il Pellicer™ è di origine naturale, è composto da una testa anfifilica, due code idrofobe e tre gruppi idrofili. Ripara la pelle danneggiata penetrando lo strato corneo e migliora le funzioni barriera attraverso una azione simile alle Ceramidi. Rinvigorisce capelli fragili e devitalizzati, ristrutturando la fibra. Ne basta pochissimo in formulazione gel e agisce trasformano la superfice del capello in materia regolare e super setosa.

In una delle sue esposizioni più memorabili Klein accoglieva i suoi ospiti in una stanza completamente vuota e offriva da bere un cocktail blu che avrebbe colorato l’urina per giorni come dire, –se anche non vuoi ti ricorderai di me-. Asahi Kasai è più politically correct ti suggerisce  solo di provarlo e toccare con mano i suoi risultati.

Devi essere connesso per inviare un commento.
Menu