…Il mio tormento sempre tu la mia fortuna
La forma ed il colore di ogni cosa vera
Sembra vicina…

‘Frida, Frida, Frida’ i the Kolors, l‘hanno cantata a Sanremo come dichiarazione di ‘viva la vida, chissà cosa direbbe lei che si sentiva così imperfetta, ma che con i colori ci sapeva fare e vedeva il futuro a tinte forti. Le sue gonne in stile Tehuana, i suoi top Huipil e i suoi scialli rebozi, oggi la incoronerebbero influencer etno-folk ma, c’è molto di più di uno stile tapestry un po’ eccentrico, c’è la sua esperienza dolorosa che si trasforma in arte e bellezza.

Lei si definiva bizzarra e difettosa ma esplosiva come vorremmo essere tutte, la sua vita vista oggi, ha tracce di orientalismo oltre che di dichiarata messicanilità perché per superare i limiti di un corpo fragile e soddisfare la sua sete di vivere chiede alla mente una smisurata fantasia che le porti una variopinta immortalità, almeno nello spirito.
Frida, aveva forse scoperto il potere benefico dei Siddha Colours Campo Research? Forse… Sbirciando nel suo atelier e ripensando alla sua vita di sofferenza, non lo escluderei che nei colori avesse trovato la sua salvezza!
I Siddha Colours sono costituiti da pigmenti bioattivi estratti da fiori, foglie, erbe, radici, piante scelti in base alle definizione delle loro proprietà terapeutiche tramandate dall’antica medicina  Siddha e da cere minerali
Ma da dove originano?

Sulle superficie di petali e foglie delle piante sono naturalmente  secrete delle cere che aiutano a mantenere il giusto equilibrio di idratazione durate il processo di traspirazione, proteggendo dai raggi UV. Le cere ad alto peso molecolare, scelte tra 27 specie botaniche (concesse da Shiva!) attraverso processi ad alta temperatura, in contenitori interrati riscaldanti da sorgenti geotermiche riversano diversi substrati micronizzati come minerali, perle di acqua dolce e conchiglie di crostacei.
Il risultato è più unico che raro, si ottiene infatti sia un estratto funzionale che un colorante puro.

Con la scoperta dei colori, Frida ha raccontato la sua difficile esistenza e il controverso rapporto con il corpo. Ribelle e anticonformista ci ha insegnato che il giallo, il rosso e il blu possono cambiarti la vita. Viva i colori allora, che liberano dai propri fantasmi e in ogni loro sfumatura celano forza e bellezza.

‘Sarà la nostra regola
Come per Frida, come per Frida’-(The Kolors)

L’ Occidente di Frida e l’ Oriente di Campo Research si sono incontrati 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Devi essere connesso per inviare un commento.
Menu