Qualche mese fa nel mondo before…
Ad Amsterdam nasceva la nuova boutique Crystal Houses realizzata per Hermès dallo studio MVDRV in vetro e materiali ecosostenibili. La distanza del brand al cliente, così, si accorciava: chiunque, infatti, poteva ammirare il prodotto passeggiando fuori dallo store.
La trasparenza come risultato di colori locali, modernità e tradizione. Il messaggio, forse, oltre che ambientale era ‘produco bellezza facile da vedere e condivisibile’ Ma anche, sono ‘bello e onesto’, ossia, ciò che vedi è ciò che sono. La trasparenza è, quindi, uguale ad assenza di segreti, più che mai attuale con il nostro desiderio di verità come salvezza.

Segnali accolti dal beauty… Nelle materie prime cosmetici la trasparenza si traduce in sicurezza, garanzia ed essenzialità. Un elenco al minimo di ingredienti trasmette affidabilità, tutto è sotto controllo dal formulatore al consumatore, per esserci in quella formula devi avere un motivo importante! L’angoscia di oggi sarà la mania di controllo di domani? Salute e bellezza saranno uniti per una crescita personale, così la scelta non sarà un semplice acquisto ma una dichiarazione di intenti e di vicinanza al brand ‘scelgo te, caro cosmetico, perché sei filantropico, cruelty free, km 0, a basso impatto ambientale, mi proteggi, limiti i consumi d’acqua o sei carbon foot print.’

Il corpo, il nostro bene più grande ora è un territorio da salvaguardare, in un nuovo approccio che lo consideri sintesi di materia ed energia. Potrà un cosmetico fare tutto questo? L’uomo è l’unico essere capace di dare un significato alla materialità delle cose tanto che se diciamo ‘ti voglio bene’ ciò che suscitiamo in chi ci ascolta è molto di più che dei suoni emessi: è emozione, visione e memoria, sentimenti che in questi giorni si insinuano sotto la nostra pelle.

Fiducia e certezza saranno essenziali per la formulazione di bellezza post-contagio

Cambiando stiamo dimenticando il cannibalismo di un tempo, dove ogni arma era lecita per accrescere solo noi stessi. Da oggi, magari daremo un senso più profondo al concetto di cura come ‘prendersi cura’, rispettando il delicatissimo equilibrio di ogni componente del corpo. Ma la domanda scommessa è: riusciremo a sentirci di nuovo sicuri senza perdere la libertà?

Sì, a partire dalla trasparenza

Foto credits: boutique Hermès-studio MVDRV

Devi essere connesso per inviare un commento.
Menu